“Anzianità” e media literacy nell’era di Internet

20Sep09

“One of the roles of elder is the keeper of history and the revealer of the big picture.” Così Howard Rheingold in una recente intervista per il neonato progetto canadese OnlineSocialJustice.com, in replica alla domanda su come ci si senta a essere diventato uno degli “anziani dell’epoca di internet”, per aver illustrato al meglio gli scenari (presenti e futuri) della tecnologia moderna prima con Tools for Thought nel 1985 e poi con altri tomi cruciali sulle Virtual Community e le Smart Mobs. E per chi, come il sottoscritto, lo segue variamente fin dall’epoca di Whole Earth Review e poi ovviamente su The WELL, fine anni ’80, tale sua funzione di ‘anziano e saggio’ acquista perfino maggior senso nel magma digitale odierno. Non a caso Howard è un utente tanto assiduo quanto accorto di Twitter e di altri tool analoghi, soprattutto per i suoi corsi di Social Media alle università di Stanford e Berkeley, oltre che per i vari progetti techno-cultural-sociali in cui è coinvolto.

Perchè il punto è che oggi, come e più di 20+ fa, anni occorre fare attenzione al contesto generale, praticare la media literacy e condividere le idee – se si vuole trarre giovamento dai new media e dare il proprio contributo a cambiare il mondo, un computer e una persona alla volta. Come chiarisce, ad esempio, questo suo lungo e ottimo articolo proprio sulla Twitter Literacy – dove alcuni punti appaiono scontati e altri perfino pedissequi, ma è proprio quest’attenzione ai dettagli e alle implicazioni nell’uso dello strumento che fanno la differenza. E ciò aiuta certamente a creare meno rumore, per favorire invece di riflessioni di ampio respiro e scambi proficui – a ‘fare cultura’ in senso generale.

Ovvero, insiste Howard, “if we are to make decisions based on our values, I am of the school of belief that values gained through introspection, dialogue, learning, and debate are more authentic than values believed at face value”. Valori e qualità che, insieme alla trasparenza del fare informazione, rappresentano uno degli obiettivi e delle pratiche che personalmente provo a seguire da sempre, e che vieppiù oggi tornano utilissimi a giovani, anziani e chiunque partecipi variamente del e al pianeta digitale… prelibato e necessario food for thought, insomma😉



No Responses Yet to ““Anzianità” e media literacy nell’era di Internet”

  1. Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: