Libertà di stampa: Italia solo ‘partly free’

01May09

Freedom HouseNew Study: Global Press Freedom Declines in Every Region; for First Time Israel, Italy and Hong Kong Lose Free Status. … Out of the 195 countries and territories covered in the study, 70 (36 percent) are rated Free, 61 (31 percent) are rated Partly Free and 64 (33 percent) are rated Not Free. This represents a modest decline from the 2008 survey in which 72 countries and territories were Free, 59 Partly Free and 64 Not Free. The new survey found that only 17 percent of the world’s population lives in countries that enjoy a Free press. [ Il rapporto integrale ]

Da repubblica.it: La libertà di stampa si sta riducendo in tutto il mondo, e l’Italia non è esente da questa forma di degrado. Nel rapporto 2009 di Freedom House (organizzazione autonoma con sede negli Stati Uniti, che si pone come obiettivo la promozione della libertà nel mondo), infatti il nostro Paese viene declassato per la prima volta da Paese ‘libero’ (free) a ‘parzialmente libero’ (partly free), unico caso nell’Europa Occidentale insieme alla Turchia. … Più in dettaglio, Freedom House riconosce che, in generale, in Italia “la libertà di parola e di stampa sono costituzionalmente garantite e generalmente rispettate, nonostante la concentrazione della proprietà dei media”. Ma è proprio quest’ultimo il punto dolente. Certo, c’è la legge Gasparri, rispetto alla quale l’organizzazione avalla le critiche secondo le quali introduce norme che favoriscono l’attuale presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Ci sono i tanti processi per diffamazione a carico di altrettanti giornalisti, Freedom House ne cita alcuni tra i più eclatanti, tra i quali quelli a carico di Alexander Stille e di Marco Travaglio. Ma il punto veramente dolente, a giudizio dell’organizzazione, è costituito “dalla concentrazione insolitamente alta della proprietà dei media rispetto agli standard europei”. Berlusconi, affermano senza reticenze gli autori del rapporto, controlla attraverso il governo la Rai, e possiede Mediaset. E la crisi di La7 non ha certo giovato in questo panorama. [ Articolo integrale. ]



One Response to “Libertà di stampa: Italia solo ‘partly free’”

  1. Berny anche tu come Veronica sei stato manipolato dalla propaganda della stampa comunista… :-))


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: