Ancora su informazione, digitale, social web…

24Nov08

social web iconsA parziale rettifica di quanto scrivevo ieri, è vero che qualche rilancio l’hanno dato i giornali italiani alla ricerca del Digital Youth Project (grazie per la segnalazione, Francesca!). Non mi pare però con la dovizia che merita e, soprattutto, rimangiandosi la parola alla prima occasione, come testimonia il pezzo a tesi preconfezionata e fuori contesto di Repubblica.it. Tant’è che la stessa danah boyd [yes, tutto minuscolo, please!] spiegava di non riconoscere quella citazione come farina del suo sacco (thanks, Fabio!).

Neppure mi sembra appropriato abbrracciare la tesi per cui questa sarebbe l’informazione leggera di oggi, se non ci aggrada “compriamo altri giornali”. Meglio: ciascuno (spero) è impegnato a spingere ambiti o progetti informativi dal basso e a modo proprio, ma non è affatto il caso di abdicare la funzione di monitoraggio continuo del bene-informazione, assai diverso dalla vendita di saponette, che spetta un po’ a tutti noi netizen. Anche perché non è un mistero come il giornalismo vecchio stampo debba ricostruire la credibilità perduta. Senza dimenticare certi ammiccament di grandi testate nostrane al citizen journalism che si rivelano poco più di uno specchietto per le allodole. E però: il cosidetto social web è mica messo meglio? Forse si forse no, anche qui monitorare dal di dentro è obbligatorio…



No Responses Yet to “Ancora su informazione, digitale, social web…”

  1. Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: