Old & new media (e tanti $$$) per il successo di Obama

09Nov08

Voices without Votes, Americans vote, the world speaks
Su Voices Without Votes, che da vari giorni continua a rilanciare al meglio le opinioni dei netizen del mondo sul recente voto in USA, oggi John Liebhardt propone un’interessante panoramica sull’accorto utilizzo da parte della campagna Obama dei social media e delle strategie digitali. Nulla di particolarmente nuovo, ma si riportano cifre e dati di tali strategie, assai distanti, ad esempio, al poco fatto online da McCain, a riprova dell’estrema diversità in filosofie e pratiche di fondo. Oltre a rilanci (da fonti inglesi) in cui si ribadisce fra l’altro: “Obama’s success was not entirely due to social media but he used it smartly in conjunction with other communication tools.” Neppure vanno dimenticati gli oltre 600 milioni 750 milioni di dollari raccolti, record assoluto per le presidenziali USA, che gli hanno consentito di lavorare in lungo e in largo sul territorio – oltre che di comprare ampi e costosi spazi inserzionistici sugli old media, contemporaneamente usando al meglio i new media. Nel complesso, dunque, un sagace mix di metodi tradizionali e innovazione – piuttosto lontano da certe esagerazioni (di Arianna Huffington) secondo cui “without his mastery of the internet, Barack Obama would not be President-Elect today”. O da qualche giocherellone che nei mesi scorsi parlava di “primo Presidente di Internet”. Vabbè…



No Responses Yet to “Old & new media (e tanti $$$) per il successo di Obama”

  1. Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: