Rilanci e problemi dell’Election Day in corso…

04Nov08

ORE 1:15 pm EST (19:15 CET): Si parte con parecchio traffico oggi su Facebook: in tarda mattinata EST oltre 1.300.000 persone avevano “donato il proprio status” per invitare al voto (in gran parte per Obama), con crescite fino a 500 persone al minuto. Analogamente, a giudicare dal flusso ininterrotto su Twitter impazza la Obamania: perfino David Byrne (ex Talking Heads) avrebbe diffuso ieri notte una email incitando a votare per lui! Intanto, insieme a inviti sparsi al voto e non poche inserzioni, altra app/sito variamente rilanciato su Facebook è My Fair Election: la mappatura aggiornata in tempo reale dei seggi nell’intero Paese e relative segnalazioni di problemi (lunghe file, incagli tecnici, etc.), basato naturalmente su GoogleMaps. Utile strumento per singoli cittadini e autorità onde sistemare al volo eventuali impicci in loco, cioé per “contribuire a rendere corrette e accessibili queste elezioni a tutti gli americani”, come recita il sito. Anche se ciò è ben lungi dal vero, in buona parte per un sistema fin troppo ricco di filtri e ostacoli, a partire dalla pre-registrazione obbligatoria ad ogni tornata per finire con i ripetuti casi di “voter suppression and disenfranchisement”. Da qui la centralità di iniziative di base quali Video the Vote: “network of citizen journalist, independent filmmakers, and media professionals” in giro a documentare tali casi di negazione al voto.

Video the VoteOltre a chiamare tempestivamente il team di volontari per filmare sul posto, chiunque si registri sul sito può inserire un video che viene poi rilanciato su YouTube, e in giro nel mondo da altri partner. Già ora (mezzogiorno EST) abbondano i video-testimonianza sui problemi in corso ai seggi. Tema variamente affrontato anche nella prima edizione radio-tv-net, da poco conclusasi, di DemocracyNow!, dove si segnala che, insieme alle presidenziali, in 36 Stati si deve anche scegliere su 153 ballot locali, e in diversi casi anche per candidati a cariche locali e anche al Congresso. Spiega Kristina Wilfore, responsabile di Ballot Initiative Strategy Center: “stavolta sono in ballo molte questioni fondamentali, perché la gente ha grossi problemi e vuole soluzioni adeguate, sulle questioni sanitarie, l’energia pulita e affidabile, e altri temi cruciali e localizzati che preoccupano un numero crescente di persone”. Faccende che, al pari di certe soppressioni striscianti e dei problemi ai seggi di cui sopra, sfuggono quasi sempre al radar dei grandi media e del pubblico in generale. Purtroppo.



No Responses Yet to “Rilanci e problemi dell’Election Day in corso…”

  1. Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: