Cuba: otro mundo es posible

19Mar08

la rivoluzione imperdonabile di Alessandro Hellmann e Nicola PannelliMentre l’FBI si impegnava con tutte le sue forze a trasformare in spie i cinque cubani che a Miami stavano cercando di proteggere il loro paese dai terroristi, nella stessa Florida alcuni commando suicidi si preparavano indisturbati a realizzare il più spettacolare attentato della storia, progettato da un altro illustre ex allievo della CIA: Osama Bin Laden. Alla vigilia dell’attentato contro le Torri Gemelle, il governo statunitense aveva un totale di quattro dipendenti dedicati alle investigazioni sui fondi di Bin Laden e su quelli di Saddam Hussein mentre ben venti dipendenti erano impegnati a vigilare sull’effettiva attuazione del blocco economico contro Cuba. … Cuba rappresenta una minaccia. Non la minaccia di un esercito, ma la minaccia di un’idea: l’idea che si possa essere artefici del proprio destino, l’idea che anche il più povero tra i più poveri abbia diritto a un’esistenza decorosa. Un’idea che si ostina a resistere. …
Tratto da: Cuba: la rivoluzione imperdonabile. Da Cristoforo Colombo a Bush di Alessandro Hellmann e Nicola Pannelli, Stampa Alternativa



No Responses Yet to “Cuba: otro mundo es posible”

  1. Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: