Sull’immaturità politica di Internet, e di chi la osserva…

22Feb08

Le strade della politica sono sempre più caratterizzate da enormi capitali e da sperperi altrettanto grossi, con tutte le implicazioni che ciò comporta. A riprova di questa triste verità, nonostante (o grazie a?) Internet, oggi il New York Times dà i numeri sui bilanci dei due contendenti democratici:

“Nearly $100,000 went for party platters and groceries before the Iowa caucuses, even though the partying mood evaporated quickly. Rooms at the Bellagio luxury hotel in Las Vegas consumed more than $25,000; the Four Seasons, another $5,000 … The [Clinton] campaign spent more than $11,000 on pizza and $1,200 on Dunkin’ Donuts runs … She [Clinton] wound up spending at roughly the same rate as Mr. Obama, about a million dollars a day [from January]”

Quindi, non solo ha sempre più senso la battaglia anti-corruzione avviata Lessig, ma il ricorso alle potenzialità della Rete diventa nei fatti l’ennesimo abuso ai danni dei cittadini, ulteriore strumento di chiusura e mancanza di confronto – anzichè di comunicazione aperta e partecipazione concreta come qualcuno sembra sostenere. Quanto riportato dal NYT non è che uno spaccato minimo in tal senso, e non suscita indignazione (o almeno dovrebbe) solo rispetto alle operazioni della campagna Clinton. Altrettanto eccessivo sbandierare il ricorso diffuso a YouTube, a Twitter e compagnia bella come riflesso di un’effettiva maturità politica raggiunta da Internet e, quel che più conta, dal suo popolo. Nonostante gli anni passati e gli eloquenti esempi (Howard Dean docet), c’è sempre un’insana esagerazione quando si osserva Internet. Soprattutto, come in questo caso, quando in Italia si vogliono interpretare le dinamiche tipiche dell’online (auto-referenzialità, gran can-can) fuori dal contesto generale, dai fatti sul campo che in gran parte smentiscono tale presunta maturità. Please, mettiamo il piede sul freno non sull’acceleratore…



No Responses Yet to “Sull’immaturità politica di Internet, e di chi la osserva…”

  1. Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: