Censura su Flickr? No, trasparenza e “do the right thing”

17May07

FlickrDopo il recente dietro-front di digg, un altro caso di “censura” interna prontamente ribaltato dai “vertici” dietro pressione degli utenti. A riprova del fatto che la trasparenza e l’opinione della gente continuano a guidare i social media. Stavolta sotto accusa è il noto Flickr, i cui operatori l’altro giorno avevano rimosso la pagina di Rebekka Guöleifsdóttira, utente ultra-gettonata e nota fotografa, per via di alcuni suoi commenti, acidi e privati, contro una galleria che ne sfruttava abusivamente le immagini. Lo spiegava senza mezzi termini Thomas Hawk, altro utente del megasito di photo-sharing nonché creatore del rivale Zooomr: “I’m pretty pissed right now”. Proteste subito amplificate dagli altri utenti nonchè rimbalzate variamente online. Oggi il co-fondatore di Flickr, Stuart Butterfield, “did the right thing”, uscendo allo scoperto per spiegare gli equivoci dell’incidente (meglio portare altrove le lamentele personali, ma nessun motivo di cancellare utente e foto). E, quel che più conta, riportando le cose a posto con tanto di pubbliche scuse: “We made the wrong choice”. OK, procediamo così.



No Responses Yet to “Censura su Flickr? No, trasparenza e “do the right thing””

  1. Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: