La scommessa dell’economia solidale (e di AssignmentZero)

16Mar07

BenklerCarrDalla scorsa estate nei circoli online più qualificati, dagli Usa in poi, si parla della cosiddetta Carr-Benkler Wager. La rilancia oggi Nicola Bruno su Visionblog, spiegando che trattasi della scommessa “su cosa ne sarà di qui al 2011 dei contenuti generati dagli utenti, ovvero di tutti quei testi, video e fotografie pubblicati per puro spirito di condivisione su siti come You Tube, Flickr, Digg e via dicendo”. Secondo Nicholas Carr (foto a destra), noto scettico sulle pratiche pro bono alla Wikipedia, abbiamo l’emergere di “un paradigma produttivo basato sull’economia” dove già brillano le avvisaglie verso una condivisione delle entrate tra utenti che producono contenuti aggratis e host-owner vari (succede con Revver e forse tra poco anche con YouTube), sfruttando al meglio l’alta marea della proverbiale long tail. Il fronte pro Yochai Benkler (foto a sinistra), a cui dà man forte l’amico Larry Lessig, insiste però sul fatto che “la peer production decentralizzata si sta dimostrando lo strumento più efficace per gestire la complessità e organizzare le informazioni….modalità produttive alla base tutti i network digitali, su cui è possibile innestare anche floride economie di mercato (è il caso della IBM).” Siccome la scommessa dura quattro anni, ci toccherà aver pazienza prima di capire chi l’avrà vinta. Ma è più che lecito pensare che, chissà, il flusso della cyber-economia si sposterà altrove, subirà metamorfosi o comunque trovare altre modalità e spazi espressivi. Un contesto in cui bene rientra la freschissima iniziativa di “pro-am journalism” di AssignmentZero, con un’appropriata ricerca sul “crowdsourcing”, primo parto di NewAssignment in collaborazione con Wired. Un nuovo passo concreto che fa tesoro del teorema di Benkler, la “commons-based peer production.” Altro motivo per cui io, almeno per ora, punterei più di qualche cent sulla sua ipotesi. E voi?



No Responses Yet to “La scommessa dell’economia solidale (e di AssignmentZero)”

  1. Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: