Whole Foods, re globale del cibo organico—peggiore di Wal-Mart?

23Feb07

Organic foodIl gigante Usa mondiale del cibo organico, Whole Foods Market (Austin, Texas) ha acquistato quel che rimaneva dell’analoga catena Wild Oats (Boulder, Colorado). 565 milioni di dollari sono bastati per fare un sol boccone di un altro diretto rivali, tutti via via inglobati o costretti a chiudere in questi anni proprio per la pressante politica di Whole Foods, i cui super-super-negozi ora sono presenti in quasi tutti gli stati Usa (oltre che in Canada e UK). Incluso quello mega-galattico attivo qui a Santa Fe, New Mexico da 6 anni, che ha portato all’evidente spostamento dell’economia locale, sempre più elitista, chic e costosa. E dove lavorano circa 200 persone (per lo più giovanotti baldanzosi e “alternativi”) a cui ora andranno ad unirsi i 75 dell’ultimo negozio Wild Oats ancora operativo in città. Ooppss…non tutti, perchè la necessaria ‘ristrutturazione’ porterà ampi tagli occupazionali—pur se al momento è meglio non dirlo. Lo schiacciasassi delle iper-corporation continua ad avanzare, poco importa se trattasi di video-store o cibo pulito. D’altronde lo stesso è già successo a piccole aziende del settore, tipo Horizon Organic, Odwalla, Ben&Jerry—l’organico è un big big business. E la consolidazione non può che far bene a tutti, ancor più ai re della globalizzazione. Meno male che almeno nei commenti alla notizia parecchi esprimono sconcerto, fino a scrivere: «Credo che Whole Foods faccia più paura di Wal-Mart!»



No Responses Yet to “Whole Foods, re globale del cibo organico—peggiore di Wal-Mart?”

  1. Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: