La e-muraglia cinese

01Nov06

La e-muraglia cinese Intervenendo ieri all’Internet Governance Forum di Atene, il rappresentante cinese ha affermato che il Partito Comunista non pratica alcuna censura contro internet e i cyber-dissidenti, provocando qualche giusta protesta. Purtroppo è nota da tempo la verità di segno opposto, oltre alle recenti conferme di chi vive a Shangai, con l’accesso negato al sito della BBC. Il tutto grazie anche a collusioni più o meno aperte di corporation statunitensi (da Cisco a Google e Yahoo) nella realizzazione dell’impenetrabile cortina di ferro online. Di questo si occupa, in parte, il volume I padroni di Internet, fresco di stampa in italiano per RGB, con traduzione del sottoscritto. Il quale ne legge alcuni passaggi nel podcast odierno, evidenziando come sia stato possibile arrivare a una simile irregimentazione di internet e quali le implicazioni del suo rampante confinamento sotto la giurisdizione delle diverse nazioni.



No Responses Yet to “La e-muraglia cinese”

  1. Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: